Ernesto Serpe

ErnestoSerpe.Com

Uncategorized

“Una Patria e una casa per tutti”.

“Una Patria e una casa per tutti”.

Sembra uno slogan, uno dei tanti, sempre di moda dei tanti buonisti di oggigiorno: di questo strano periodo. Ma, a quanto pare, è un “messaggio”, un monito del Papa; ed è tutto il giorno che ci penso.

Pensa e ripensa ho controllato perfino sul vocabolario e al termine “Patria” dice che è: “l’ambito territoriale, tradizionale e culturale, cui si riferiscono le esperienze affettive, morali, politiche dell’individuo, in quanto appartenente a un popolo: il suolo della Patria, i confini della Patria; aver nostalgia della Patria lontana; tradire la Patria; combattere e morire per la Patria.”

Quindi la Patria non è un’etichetta, una conquista in automatico per aver attraversato in qualche modo un deserto prima e un tratto di mare dopo; magari con l’aiuto, o la complicità, di chi pensa che la Patria sia un termine astratto. Una cosa impolverata, sdolcinata…obsoleta esattamente come una pagina del “Libro Cuore”. Peraltro dopo aver abbandonato la propria di Patria, la propria di Gente e la propria famiglia.

Quella Patria che, per un motivo o per l’altro è stata abbandonata al suo destino, e, con Essa i vecchi, le donne e i bambini.

Per la casa, poi, il discorso per chi è proprietario di un immenso patrimonio immobiliare, avuto come lo si è avuto, senza peraltro sapere, o preventivare, che occorra pagare tutta una serie di tributi tipo: IMU, ICI, TARi, TASI, e chi più ne ha più ne metta, effettivamente sembra una bazzecola.

Ma non è proprio così.

La casa non è una bazzecola.

Il più delle volte, e per chi ha sempre lavorato onestamente, dando peraltro a Cesare tutto quello che è di Cesare è un sacrificio non da poco.

La casa, talvolta è il frutto non assaporato di chi, centellinando con gli spiccioli, talvolta rinunciando a più di tante…esigenze è riuscito in qualche modo a tirarla su. E, alla posa dell’ultima finestra, o dopo aver pagato l’ultima rata del mutuo, è dovuto partire e andare…alla Casa del Padre.

“Per Dio nessuno è straniero” ed è vero ma, anche qui…parliamone!

Leave A Comment