Ernesto Serpe

ErnestoSerpe.Com

Uncategorized

Tirare in ballo…

Tirare in ballo il caso “Diciotti” come se fosse stato un preavviso di catastrofe naturale o le prime avvisaglie della disfatta mi sembra esagerato.

Non lo penso. Anzi. Credo che, per tutta una serie di motivi, bisognava fare esattamente quello che si è fatto.

Successivamente, forse, per cercare di accontentare quella “cerchia” di pii e di misericordiosi: di quelli che stanno più di là che di qua forse, ma solo forse, si è esagerato un pochino fino a farsi prendere la mano.

E, dallo stretto giro di ripicche ci si è trovato in un vortice di cose sgradevoli che si credeva appartenessero ad un passato sia pure non molto lontano.

Storie e storiacce di altri tempi. Storie, buffe e tristi.

Storie tragicamente comiche ma per altri film e per altri attori peraltro avvezzi a pugnalarsi alle spalle, a sfilarsi lo scannetto da sotto il culo, a buttarsi rispettivamente merda addosso e poi andare a braccetto felici e sorridenti alla prima messa.

E, il ripetersi di quel vecchio copione, ha lasciato più di qualcuno disorientato. Specialmente chi credeva e faceva affidamento nel rispetto reciproco.

Nella reciproca lealtà. Nella reciproca fiducia…altrimenti si chiedeva e si chiede: che senso ha tutto questo?

Ma si è cascato, volendo, nolenti o indotti, in quelle vecchie trame, o vecchie, intramontabili fronde del Cardinale Richelieu e giù a seguire sino a qualche tempo fa.

Insopportabile.

Ma soprattutto insostenibile per chi credeva che certe beghe, certe prese di posizioni, fossero cose di altri tempi e francamente ne aveva le palle piene.

Foto dal web.

Leave A Comment