Ernesto Serpe

ErnestoSerpe.Com

Uncategorized

Sembra ieri…

Sembra ieri quando qualcuno affermava che “cambiando i fattori il prodotto non cambia” ma non ci si può mai abituare a certi fattori che sanno di ribaltoni, di “cappotti” rovesciati; cappotti peraltro regalati agli avversari.

Un “cappotto” unto con l’olio d’oliva di una scatoletta di tonno prontamente barattato con una delle tante fritturine di pesce ma con aggiunta, per i palati più raffinati, di tranci di pescecane spacciato per pescespada.

Si fa fatica a credere che, da oggi, come se niente fosse si cancella non tanto un ideale perché il tempo dei sogni e delle illusioni è finito da mo’. È finito da quel giorno in cui perduta l’innocenza si sventolava la bandiera del pragmatismo e si cantava felici: con una lavata e un’asciugata non sembra nemmeno adoperata…avanti un altro.

Assurdo.

Una barzelletta.

Una scenetta tragicomica alla Peppino o alla Totò.

Una freddura di uno sketch dal sapore amaro glaciale al pari di una freddura di quell’umorismo inglese dove non si è mai capito se…ridere o piangere.

Leave A Comment